Siti
Annunci di Lavoro

La Balalaika

Tutto sulla Balalaika e la musica folk

La Balalaika, o balalaica, uno strumento musicale tipico della Russia di tipo cordofono.
Esso appartiene alla famiglia dei liuti: si tratta di quelli strumenti a corde composti da un manico e da una cassa armonica, come ad esempio la chitarra.
Le corde sono pizzicate tramite un plettro o direttamente con le dita e sono soltanto tre.
Questo strumento deriva da uno molto simile, la domra, che aveva inizialmente solo due corde e che pare fosse stato introdotto dai Mongoli in Russia nel XIII secolo.
Il suo nome deriva dalla radice del verbo 'balovat' che significa divertire, scherzare; appare per la prima volta all'inizio del Settecento in alcuni documenti in lingua Ucraina e successivamente il termine si diffuso in tutta la Russia.
Le sue catratteristiche principali sono: cassa armonica triangolare con retro prismatico composto da sei doghe in legno, manico con barrette metalliche, 3 o sei corde (doppia corda).

Esistono 5 tipi di balalaica, a seconda delle dimensioni della cassa armonica e di come vengono accordate le corde.
Avremo pertanto vari registri musicali, dal soprano, particolarmente acuto, al contrabbasso, dal suono pi grave in assoluto.
Le balalaike si suddividono pertanto in:

- Prima Balalaika: corde accordate in Mi-Mi-La
- Sekunda Balalaika: accordata in La-La-Re
- Alto: accordata in Mi-Mi-La in un'ottava minore rispetto alla prima
- Basso: accordata in Mi-La-Re
- Contrabbasso: Mi-La-Re in un'ottava minore rispetto alla precedente

La caratteristica costante delle corde che due sono accordate all'unisono ed una alla quarta pi alta.
In Russia questo strumento molto diffuso e viene utilizzato in vari generi musicali, da quello popolare a quello classico.

La balalaika usata come sia come strumento da solista che nelle esibizioni corali, tanto di musica colta che di quella popolare, magari insieme alla domra dalla quale nata.

La balalaica , infatti, derivata da un antichissimo strumento che i russi hanno a loro volta tratto dalla cultura mongola nel XIII secolo. Questo caratteristico strumento musicale, chiamato domra, una sorta di liuto originariamente dotato di due corde che nel corso del tempo sono cresciute a tre e a quattro e che ancora oggi viene impiegato, in particolare nelle esibizioni di musica folk e colta.

Navigare Facile